guida agevolazioni iva 104 Acquisto Auto legge 104

Acquisto Auto legge 104: Come acquistare un’auto con la legge 104/92 per avere l’agevolazione fiscale sull’iva al 4% anzichè del 22%?

È possibile usufruire dell’agevolazione fiscale sull’iva tramite “La legge 104”, vediamo nello specifico cosa occorre:

Dobbiamo anzitutto rispettare 3 criteri “base” filtranti, è necessario avere:

  • Legge 104/92
    • Articolo 3
      • Comma 1
      • Comma 3 (certifica la situazione di gravità)

ATTENZIONE: I DUE COMMI DEVONO ESSERE PRESENTI CONTEMPORANEAMENTE (salvo casi particolari)

Domande Frequenti

  • Quanto risparmio con l’iva al 4?
    Dipende, essendo un calcolo in percentuale è necessario fare un calcolo con l’imponibile (scorporo dell’iva al 22%) e poi aggiungerci il 4%.

    Esempio: Per una Vettura da 10.000 euro con iva al 22% il calcolo deve essere così

10.000 / 1.22 = 8.200 (circa) – scorporo dell’iva al 22% –

8.200 * 1.04 = 8.525 (circa) – calcolo dell’iva al 4% –

Questo è un esempio “di scuola”, la cosa può essere un po’ più complessa quando si ha a che fare con costi come quelli della messa su strada, spese di agenzia e notaio (poichè alcuni costi sono “fuori campo iva” oppure non riconducibili con iva agevolata).

  • Posso intestare la vettura con iva al 4 ad un’altra persona?
    No, categoricamente non è possibile, a meno che la persona che intesti la vettura è chi ha il carico fiscale del disabile.
  • Che tipo di veicolo posso acquistare usufruendo dell’agevolazione fiscale con iva 4% per i disabili?
    È possibile l’acquisto di autovetture sia nuove che usate con cilindrata:

    i) 2.000 centimetri cubici, se con motore a benzina o ibrido
    ii) 2.800 centimetri cubici, se con motore diesel o ibrid
    iii) Potenza non superiore a 150 kW se con motore elettrico.

L’Iva ridotta al 4% è applicabile anche:
i) all’acquisto contestuale di optional
ii) alle prestazioni di adattamento di veicoli non adattati, già posseduti dal disabile (e anche se superiori ai citati limiti di cilindrata)
iii) alle cessioni di strumenti e accessori utilizzati per l’adattamento.

  • Sono esente dal pagamento dell’IPT con la legge 104/92 per l’agevolazione sui disabili?
    Solo in alcune circostanze da accertare
  • Sono esente dal pagamento del bollo (tassa di possesso) con la legge 104/92 per l’agevolazione sui disabili?
    Solo in alcune circostanze da accertare.
  • Ho il 100% di invalidità, ho diritto automaticamente all’agevolazione fiscale del 4%?
    Non necessariamente, è sempre indispensabile valutare la documentazione.
REQUISITO MEDICO LEGALEBENEFICIOVERBALE
Invalidità con capacità di deambulazione sensibilmente ridotta (Dpr n. 495/1922 – art. 381) non vedenti(art. 12 Dpr n. 503/1996)contrassegno invalidiinvalidità civile/ handicap/disabilità/cecità/ sordità
Handicap con ridotte o impedite capacità motorie permanenti (art. 8 legge n. 449/1997)benefici per veicoli con adattamentohandicap
Handicap psichico o mentale di gravità tale da avere determinato il riconoscimento dell’indennità di accompagnamento (art. 30, comma 7, legge n. 388/2000)benefici per veicoli senza adattamentoinvalidità civile
Invalidità con grave limitazione della capacità di deambulazione o pluriamputazione (art. 30, comma 7, legge 388/2000)benefici per veicoli senza adattamentoinvalidità civile/ handicap/ disabilità
Non vedenti (art. 50 della legge 342/2000)benefici per veicoli senza adattamentoinvalidità civile/ handicap/ disabilità/cecità
Sordità (art. 50 della legge 342/2000)benefici per veicoli senza adattamentosordità

Dunque, per ottenere i benefici è necessario che siano presenti queste voci fiscali ed è essenziale che ne sia stata fatta esplicita richiesta (che il curatore legale abbia fatto esplicita richiesta!)

VOCI FISCALIL’INPS prevede obbligatoriamente la possibilità di inserire nelle CERTIFICAZIONI le “VOCI FISCALI” che danno diritto alle agevolazioni.
AÈ affetto da handicap psichico o mentale di gravità tale da avere determinato il riconoscimento dell’indennità di accompagnamento (art. 30, comma 7 della legge 388/200)
BÈ invalido con grave limitazione della capacità di deambulazione o effetto da pluriamputazioni (art. 30, comma 7 della legge 388/2000)
CÈ portatore di handicap con ridotto o impedite capacità motorie permanenti (art.8 della legge n.449/1997)
D*È invalido con capacità di deambulazione sensibilmente ridotta (art. 381 del DPR 495/1992)
ECieco con residuo visivo non superiore ad 1/20 in entrambi gli occhi con eventuale correzione (L.382/70 e 508/88)
FCieco assoluto (L.382/70 e 508/88)
GSoggetto con residuo visivo non superiore ad 1/10 nell’occhio migliore con idonee correzioni e/o residuo perimetrico binoculare inferiore al 30% indipendentemente dall’cutezza visiva centrale (Art.4 L.138/2001)
HSordo (L.381/70, 508/88 e 95/06)
*ATTENZIONE: LA VOCE “D” se non combinata con altre voci fiscali non dà alcun diritto alle agevolazioni in quanto dà diritto solamente al contrassegno di libera circolazione ai sensi del regolamento del codice della strada e non è riconducibile a nessuna voce fiscale.

Questo articolo è un vademecum informativo, non è da considerarsi contrattuale nè legale.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.