Usare l’auto durante l’emergenza “Coronavirus”: Come e Quando si può.

illustrazione di carattere di persone con le icone del segnale stradale 53876 66072

Usare l’auto durante l’emergenza “Coronavirus”: Come & Quando. 

Con tutte le restrizioni emanate, per cercare di contenere l’epidemia il più possibile, una delle domande che si fanno frequentemente é “Posso usare l’auto? E come?

La risposta è, é consentito usare l’automobile ma ESCLUSIVAMENTE per le motivazioni riconosciute con i decreti del Presidente del consiglio dei Ministri in vigore (DPCM).

1) PER LAVORO: L’azienda in cui lavoro può continuare ad essere aperta e mi è stato comunicato che posso svolgere la mia mansione. Se l’azienda in cui lavoro ha optato per il lavoro in smart working, non è consentito l’utilizzo della vettura con questa giustificazione.

2) MOTIVI DI SALUTE: La questione è chiara, non ci sono limitazioni in questo senso, purché l’esigenza di recarsi dal dottore sia indifferibile. È preferibile non portare con sè altre persone, neppure del nucleo famigliare stesso se non indispensabile.

Per nucleo famigliare, s’intende chiunque abbia la stessa residenza e lo stesso stato di famiglia: Coniugi e figli. Qualsiasi altro tipo di parentela non è contemplata, a meno che si coabiti e sia dimostrabile. 

3) SITUAZIONE DI NECESSITÀ: sono quelle situazioni in cui è necessario uscire ed usare l’auto per, ad esempio, fare la spesa, recarsi in farmacia, all’edicola, al tabaccaio, alla ferramenta, e a tutte quelle attività lavorative di prima necessità che il decreto ammette l’apertura.

4) ASSOLUTA URGENZA: Sono quelle situazioni, non combtemplate nei punti precedenti, in cui esiste una Obiettiva e Necessaria urgenza di muoversi: situazioni di pericolo per sé o per altri.

alt polizia

Qualsiasi motivazione deve essere dimostrabile e dimostrata. 

Le regole, come già anticipato, sono banali: in questa situazione è necessario essere soli in macchina; Quando tutto sarà finito, torneremo alla situazione opposta! Più si è, meno auto ci saranno in giro. Portare qualcuno con sè per compagnia non è concesso,cosi come non lo è per farsi aiutare a fare la spesa, salvo comprovate necessità fisiche.

Non uscire né portare con sé persone positive al tampone le quali devono obbligatoriamente restare in quarantena, anche asintomatiche.

Non uscire né portare con sé persone con sintomi influenzali, anche lievi.

Anche all’interno dell’abitacolo è necessario rispettare la distanza di sicurezza stimata sul metro, facendo sedere il passaggero sulle poltrone posteriori.

Portare un famigliare o, peggio, qualcun’altro solo per “compagnia” é da imbecilli, consentitecelo.

Fare attenzione al rifornimento di carburante, usare le pompe di rifornimento con i guanti monouso che spesso i distributori offrono.

marcatura dell uomo d affari sul calendario per un appuntamento 53876 14778

VARIAZIONI TEMPORANEE AL CODICE STRADALE: scadenze e permessi

Sono rimandare ALCUNE scadenze: i collaudi (revisioni) e gli aggiornamenti della patente e in generale è prorogata la validità di tutti i documenti di identità.

Le strisce blu sono gratuite in quasi tutti i comuni e le province, per agevolare e velocizzare gli spostamenti di emergenza.

Attualmente non ci sono altre deroghe, per cui è sempre indispensabile essere coperti da assicurazione RCA e, superfluo specificarlo, necessario e indispensabile continuare a seguire il codice della strada ed il buon senso.

Si sono inasprire le sanzioni per chi utilizza l’auto senza un giustificato motivo: da 400 fino a 3000 euro di multa, senza però il fermo amministrativo.

In sostanza: cercate di usare le vetture il meno possibile e solo per lo stretto indispensabile: anche questa è educazione stradale.

Foto 1 kctB 1020x533IlSole24Ore Web


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.