guida rottamazione auto 2022

 

guida rottamazione auto 2022

Bonus Rottamazione auto 2022: finalmente è arrivata la proposta definitiva che il MISE ha pubblicato in cui conferma la firma del DPCM da parte del governo ed annuncia che il provvedimento entrerà in vigore dopo la registrazione della Corte dei Conti e della pubblicazione in GAZZETTA UFFICIALE.

Ci aspettiamo che l’iter si completi nel giro di 3 o 4 giorni circa.

Stiamo preparando una guida dettagliata sul bonus rottamazione auto 2022, nel frattempo vi anticipiamo dei frammenti:

  • Per l’acquisto di nuovi veicoli di categoria M1 nella fascia di emissioni 0-20 g/km (elettriche), con un prezzo fino a 35 mila euro + Iva, è possibile richiedere un contributo di 3 mila euro, a cui potranno aggiungersi ulteriori 2 mila euro se è contestualmente rottamata un’auto omologata in una classe inferiore ad Euro 5.
  • Per l’acquisto di nuovi veicoli di categoria M1 nella fascia di emissione 21-60 g/km (ibride plug – in), con un prezzo fino a 45 mila euro + Iva, è possibile richiedere un contributo di 2 mila euro a cui potranno aggiungersi ulteriori 2 mila euro se è contestualmente rottamata un’auto omologata in una classe inferiore ad Euro 5.
  • Per l’acquisto di nuovi veicoli di categoria M1 nella fascia di emissioni 61-135 g/km (endotermiche a basse emissioni), con un prezzo fino a 35 mila euro + Iva, è possibile richiedere un contributo di 2 mila euro se è contestualmente rottamata un’auto omologata in una classe inferiore ad Euro 5.

Gli incentivi per l’acquisto dei veicoli elettrici, ibridi, plug-in ed endotermiche sono concessi soltanto alle persone fisiche

Una piccola percentuale dei fondi è riservata alle società di car sharing per l’acquisto dei veicoli elettrici, ibridi, plug-in.

In favore di piccole e medie imprese, comprese le persone giuridiche, esercenti attività di trasporto di cose in conto proprio o in conto terzi sono inoltre previsti contributi per l’acquisto di veicoli commerciali di categoria N1 e N2, nuovi di fabbrica, ad alimentazione esclusivamente elettrica. L’incentivo viene concesso con la contestuale rottamazione di un veicolo omologato in una classe inferiore ad Euro 4.

E’ pertanto riconosciuto un contributo di 4.000 euro per i veicoli N1 fino a 1,5 tonnellate, di 6.000 euro per i veicoli N1 superiori a 1,5 tonnellate e fino a 3,49 tonnellate, di 12.000 euro per i veicoli N2 da 3,5 tonnellate fino a 7 tonnellate. Per i veicoli N2 superiori a 7 tonnellate e fino a 12 tonnellate è riconosciuto un contributo di 14.000 euro.

È necessario però specificare che tutto sarà ufficiale e possibile di modifica.

Corri a prenotare il tuo bonus, contattaci anche su WhatsApp al numero 320.90.87.681

L'ecobonus rottamazione auto, per l'anno 2022, è possibile ottenerlo per

Autoveicolo di categoria M1 sia elettrici che termici.

Autocarri di categoria N1 o N2 esclusivamente elettrici, abbinando un veicolo da rottamare inferiore alla normativa Euro4.

Ciclomotori e motocicli sia termici che elettrici.

L'ecobonus rottamazione auto scade il 31/12/2022.

Ci sono varie modalità che possono essere valide per ottenere l'ecobonus rottamazione, sia con rottamazione ma anche senza! Vediamo come:

Auto da rottamare, le regole 2022

La vettura da rottamare deve essere intestata a:

Caso 1: Lo stesso intestatario che intesta il nuovo veicolo.

Caso 2: Un componente convivente nello stesso nucleo famigliare con la stessa residenza.

Non sono quindi ammesse vetture di amici e parenti che non abbiano la stessa residenza.

Il veicolo destinato alla rottamazione per ricevere il bonus deve essere stato immatricolato per la prima volta al massimo il 31/12/2011.

Può essere al massimo di categoria Euro 5.

No, non è possibile rottamare un'auto intestata ad una persona diversa da chi intesta la nuova vettura.

È concessa una deroga per rottamare auto non intestata solo nel caso in cui la persona sia convivente nello stesso stato di famiglia.

Non è possibile rottamare un'auto di un amico o un parente (es. rottamazione auto nonno) se non ha la stessa residenza.

Per ricevere il bonus rottamazione auto 2022, la vettura da rottamare non deve essere più nuova di Euro 5 (in via di definizione se compreso o escluso)

In prima battuta è opportuno dire che non è possibile rottamare un'auto con fermo amministrativo (o altri vincoli o gravami).

Tuttavia può essere consentita la rottamazione di un'auto con fermo amministrativo solo seguendo un particolare ITER con l'agenzia delle entrate, dichiarando e documentanto che il veicolo da rottamare, difatti, è un "relitto".

I documenti necessario per ricevere l'ecobonus su rottamazione auto 2022 sono:

  1. Libretto di circolazione
  2. Certificato di proprietà
  3. Visura per vincoli o fermi amministrativi

In Mancanza del libretto di circolazione o del certificato di proprietà sarà necessario procedere con

  1. Denuncia di smarrimento (o furto)
  2. ESTRATTO CRONOLOGICO

  1. Fascia 0-20 g/km: 35.000€ + IVA

  2. Fascia 21-60 g/km: 45.000€ + iva
  3. Fascia 61-135 g/km: 35.000€ + iva

È sufficiente anche una cifra di 100€ purchè sia tracciata tramite:

Assegno circolare

Assegno bancario

Transazione POS

Sì, è possibile decidere di non usufruire più del bonus sempre:

  1. Prima dell'acquisto: basta aggiungere la parte di "sconto" relativa alla rottamazione (non solo quella statale, anche quella commerciale, ad esempio, concessa dalla casa costruttrice)

  2. Dopo L'acquisto restituendo, quindi, il bonus ricevuto alla concessionaria.

Cosa succede se non restituisco il bonus ricevuto in caso di annullamento bonus o di cessione del veicolo prima del termine?

La concessionaria provvederà tramite vie legali per il rimborso del bonus.

Purtroppo, oltre al danno, la beffa! Non si può procedere all'ecobonus se il veicolo da rottamare è stato rubato.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il veicolo da rottamare deve essere di possesso da almeno 12 mesi consecutivamente.

Perchè consecutivamente?
Si può verificare il caso in cui una vettura cambi di proprietà e ritorni allo stesso proprietario, nel corso dello stesso anno, in questo caso si perde il concetto di "consecutivamente"

 

 

 

 

Il bonus rottamazione auto 2022 può essere richiesto da persone fisiche.

Per le persone giuridiche l'ecoincentivo può essere chiesto ESCLUSIVAMENTE se i veicoli acquistati sono impegnati in car sharing con finalità commerciali e se tale impiego, nonostante la proprietà in capo al soggetto beneficiario del contributo, siano mantenute per almeno 24 mesi.

Se sei una persona fisica (no azienda) il vincolo di detenzione è di minimo 12 mesi.

Qualora decidessi di vendere (o cedere anche a titolo gratuito) la vettura che ha beneficiato di ecobonus, ti sarà addebitato PER INTERO.

Se persona giuridica, alle condizioni di cui il punto precedente, il vincolo è di 24 mesi.

Sì, è consentita anche la formula di pagamento con locazione finanziaria.

Non è possibile ricevere il bonus rottamazione, rottamando l'auto appartenuta ad una persona defunta. Procedendo con l'accettazione dell'eredità la vettura cambia proprietario, quindi non mantiene i criteri di decorrenza minimi richiesti.

DOMANDE? CHIARIMENTI?

Se hai altre domande o vuoi dei chiarimenti puoi:

Venire di persona in sede 😎

Chiamare il nostro numero: 099.59.60.65 

Scrivere su WhatsApp: 320.90.87.681

Scrivere via mail a: info@safaricar.it

 


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.