What is a DPF, How a DPF works

Gli Acronimi

FAP: Filtro Anti Particolato

DPF: Diesel Particulate Filter

Il Filtro Anti Particolato, dunque, è un dispositivo presente sulle vetture con alimentazione DIESEL dalle omologazioni Euro4, per trattare i gas di scarico.

A che serve?

Serve per ridurre i residui della combustione del diesel che causano inquinamento (PM10).

Come funziona?

Il funzionamento di questo filtro avviene “per intasamento”.

Questi filtri sono strutturati con una serie di canali e celle alveolari che si occupano di intrappolare e trattenere il particolato in una camera di combustione.

Il particolato “accumulato” viene poi “sgretolato” per combustione, quando la sonda del FAP comunica alla centralina il suo intasamento. La rigenerazione avviene in automatico e dura qualche minuto, in base alla percentuale di intasamento stessa.

Generalmente si accende una spia sul quadro strumenti oppure ci indica la rigenerazione tramite avviso. Tuttavia a volte vengono anche effettuate rigenerazioni “silenziose”.

È normale che si intasi, se così non fosse, probabilmente il nostro filtro non starebbe lavorando come dovrebbe.

Conviene eliminarlo?

Assolutamente NO! Sia perchè è un dispositivo che aiuta l’ambiente facendo emettere meno Co2 alla nostra vettura, sia perchè obbligatorio per legge, sia perchè eliminandolo andremmo a variare delle tarature delle varie centraline della nostra vettura.

Va sostituito?

No, se non è rotto. A differenza dei normali filtri di manutenzione, il fap funziona “a vita” (a meno che non si rompa con l’urto o con cause molto particolari).

PRO e CONTRO

PRO: È un sistema di tutela all’ambiente, permette ai nuovi diesel di emettere meno Co2 di un motore benzina.

CONTRO: Sconsigliato per chi fa poca strada e per percorsi urbani, rischieremmo di andare sempre in rigenerazione e, prima o poi, rischieremmo di bloccarla.

Dal libretto di uso e manutenzione FIAT:

Spia DPF su quadro strumenti

PULIZIA DPF (TRAPPOLA PARTICOLATO) IN CORSO (versioni Diesel con DPF)
Ruotando la chiave in posizione MAR la spia si accende, ma deve spegnersi dopo alcuni
secondi.
La spia oppure simbolo sul display si accende in modalità fissa, su alcune versioni unitamente ad un messaggio dedicato visualizzato dal display, per segnalare al guidatore che il sistema
DPF ha la necessità di eliminare le sostanze inquinanti imprigionate (particolato) mediante il processo di rigenerazione.
Durante la fase di rigenerazione la spia rimane spenta, si accenderà solamente nel caso le
condizioni di guida ne richiedano la segnalazione al guidatore. Per ottenere lo spegnimento
definitivo della spia è necessario mantenere la vettura in movimento fino al termine della
rigenerazione. La durata del processo è mediamente di 15 minuti. Le condizioni ottimali per
portare a temine il processo vengono raggiunte mantenendo la vettura in marcia a 60 km/h con regime motore superiore a 2000 giri/min.
L’accensione di questa spia non è da intendersi come un difetto della vettura e non è pertanto necessario recarsi in officina. Su alcune versioni, unitamente all’accensione della spia, il display visualizza un messaggio dedicato.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.